Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Eventi vicino a te :)
login
Cerca
Gorizia e la Grande Guerra.
Giovedì 10/07/2014
fino a Lunedì 31/12/2018

Gorizia
Via Mameli , 12
La Bsi presenta il nuovo sito web dedicato alla Grande Guerra.

Gorizia e la Grande Guerra è il nome del nuovo sito aperto dalla Biblioteca statale isontina di Gorizia; una grande vetrina in rete delle notizie, immagini, libri e giornali delle biblioteche goriziane che hanno sede nel palazzo di via Mameli. Il sito propone una selezione di notizie che narrano gli eventi bellici dall’attentato di Sarajevo fino a tutto il durare dei combattimenti in città. Episodi tratti dai materiali presenti nell’istituzione. Particolare attenzione è dedicata alle battaglie e agli scontri sul fronte dell’Isonzo e del Carso e agli articoli di cronaca della stampa. Materiali e testi spesso inediti utili a ricreare l’atmosfera dell’epoca vista dalla popolazione civile.Ma il sito, che si arricchirà via via, non sarà solo un’utile raccolta di testi, memorie e documenti interessanti per bibliotecari, studiosi e curiosi. Nelle sue pagine verranno offerti suggerimenti di lettura, bibliografie e descrizioni delle raccolte della Bsi sul tema in modo da valorizzarne la conoscenza e diffusione. L’auspicio è che il coinvolgimento nel progetto di altre istituzioni quali biblioteche, archivi, musei e associazioni possa farne uno strumento di conoscenza e approfondimento sugli anni della grande guerra anche attraverso nuove informazioni, immagini e documenti fino ad oggi non disponibili.Varie le sezioni di ricerca: dalla cronaca goriziana, con riprodotte le pagine sull’attentato a Sarajevo alla presentazione del direttore Marco Menato sulla Studienibibliothek: “Se è abbastanza conosciuta la storia della Biblioteca Statale (già Governativa) dal 1918 in poi, da quando cioè è diventata italiana, non si può dire lo stesso per i decenni precedenti, dal 1825 al 1914 quando era classificata come una delle sei “Studienbibliothek” della monarchia asburgica, le altre erano a Linz, Salisburgo, Klagenfurt, Lubiana e Olmutz, ora Olomouc nella repubblica Ceca. Si trattava di una biblioteca di indole scientifica aperta in città che non aveva l'università, e quindi nemmeno una biblioteca di ricerca, ma che invece era sede di un istituto scolastico di livello liceale, era quindi una biblioteca riservata ai docenti, ai discenti liceali e in genere alle persone colte, una biblioteca per lo studio e l'insegnamento, non una biblioteca per tutti.”Il sito della Bsi, arricchito nella homepage da un’inedita fotografia a i di Luigi Vitale, è consultabile all’indirizzo http://www.goriziagrandeguerra.beniculturali.it/.
Margherita Reguitti
Comunicazione Bsi
Aiutaci a crescere!
Regalaci un tuo "mi piace"
chiudi